.

Tedeschi

La tecnica viticola della famiglia Tedeschi si fonda sulla tradizione unita alla ricerca e alla tecnologia moderna. Radicata nel territorio da quattro secoli, l’azienda ha sempre creduto nell’enorme patrimonio della Valpolicella, nei suoi vitigni autoctoni e nei vigneti di collina. Fu Lorenzo Tedeschi nel 1964 ad avere la lungimirante intuizione di vinificare separatamente le uve del vigneto Monte Olmi, dando vita a uno dei primi cru di Amarone, il Capitel Monte Olmi, oggi portabandiera della cantina. Attualmente al timone dell’Azienda ci sono i tre gli di Bruna e Lorenzo Tedeschi: Antonietta, Sabrina e Riccardo, che conducono con passione 46 ettari di vigna suddivisi in quattro zone: La Fabriseria, tra Fumane e Sant’Ambrogio, da cui provengono l’omonimo Amarone e un Valpolicella Classico Superiore; il rinomato Monte Olmi, un vigneto a terrazze nel cuore della Valpolicella Classica; il Lucchine, posto a Pedemonte, dove si produce un Valpolicella d’annata; la Tenuta Maternigo, vicino a Mezzane di Sotto, dove nascono un Valpolicella cru e altri vini dell’azienda. Lo stile Tedeschi, fortemente distintivo, si ritrova nei vini che produce: potenti, eleganti e di carattere

Conoscere per capire.

Questo è il motto che accompagna le scelte che la famiglia Tedeschi ha fatto e fa in vigna. Negli ultimi anni, infatti, l’azienda si è concentrata sulla zonazione e sulla caratterizzazione dell’intero parco di vigneti di proprietà, tutti in posizione collinare e allevati a Corvina e Corvinone, con la presenza anche di Rondinella e Oseleta. Una ricerca fondamentale che segna un vero primato in Valpolicella. Gli studi hanno evidenziato diverse aree per giacitura, terreno, sostanza organica e capacità di drenaggio. La perfetta conoscenza dei suoli e dei comportamenti delle piante in ogni singola parcella di vigneto ha permesso di ottimizzare la gestione agronomica e di implementare quel processo di aumento della sostenibilità ambientale iniziato anni fa.