.

Speri

Famiglia storica della Valpolicella, l’azienda Speri è un’autorevole e fedele interprete dei vini della Valpolicella Classica, divenuta, per continuità e forte radicamento al territorio, un punto di riferimento dell’enologia italiana. La storia dell’azienda inizia nella prima metà del 1800 e oggi la famiglia Speri è arrivata alla settima generazione con un’estensione di 60 ettari di vigneto nelle zone più vocate della Valpolicella Classica. La forza dell’azienda è sempre stata, ed è tuttora, il gioco di squadra che attualmente vede impegnate tre generazioni - Carlo, Alberto, Giampaolo, Giampietro, Chiara, Luca e Giuseppe - nella gestione dell’attività produttiva in tutte le sue fasi, dalla vigna alla bottiglia. Dopo anni di agricoltura sostenibile l’azienda ha ottenuto nel 2015 la certificazione biologica su tutta la produzione.

Una viticoltura sartoriale.

Nel rispetto del patrimonio territoriale, la famiglia Speri coltiva da sempre solo vitigni autoctoni della Valpolicella (Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara e altre varietà indigene), vinifica esclusivamente le uve provenienti dai propri vigneti e segue l’intero processo produttivo. Senza mai lasciarsi sedurre dalle mode del momento, la produzione si concentra su cinque tipologie di vini classici (esclusivamente Doc e Docg). L’azienda ha mantenuto intatta nel tempo la propria identità, perseguendo una coerenza e integrità di stile riconoscibile negli anni, dove eleganza e territorio sono le parole d’ordine. Per evidenziare le peculiarità di ogni appezzamento, le uve provenienti da ogni vigneto sono vinificate separatamente, dando vita ai cru, quali il celebre Amarone Classico Vigneto Monte Sant’Urbano, il Valpolicella Classico Superiore Sant’Urbano e il Recioto Classico La Roggia, che prendono il nome dal loro vigneto d’origine.